Mortal Kombat Legends: Scorpion’s Revenge – Recensione

Mortal Kombat Legends: Scorpion’s Revenge – Recensione

Mortal Kombat Legends: Scorpion’s Revenge è il primo film d’animazione basato sul franchise creato da Ed Boon e John Tobias. Nonché primo progetto animato dai tempi di Defenders of the Realm.
Prodotto da Warner Bros. e animato dallo studio Sud Coreano Mir è un film rivolto ad un pubblico adulto e uscito direttamente per il mercato home video. In Italia lo si trova disponibile per l’acquisto e il noleggio digitale sui principali portali. Come suggerisce il titolo si concentra sul personaggio fan favorite Scorpion.

Scorpion, tornato in vita come spirito vendicativo, vuole vendetta nei confronti di Sub-Zero per il brutale omicidio della sua famiglia e del suo intero clan.

Mortal Kombat Scorpions Revenge

Partiamo dall’estetica. Le animazioni sono molto buone, i combattimenti ben diretti e coreografati, brutali e violenti. A differenza della serie di metà anni novanta citata poco fa questo film mantiene e rispetta lo spirito del videogioco, grondando letteralmente sangue. Il design dei personaggi segue un po’ quello visto in altri film animati della Warner Bros Animation. come quelli tratti dai fumetti DC Comics.

Il regista Ethan Spaulding infatti ha lavorato anche su titoli come Justice League: The Flashpoint Paradox, Son of Batman, Throne of Atlantis. Inoltre ha diretto diversi episodi della serie di Nickelodeon Avatar: The Last Airbender.

Ma non sempre questo design funziona o si applica bene ai personaggi di Mortal Kombat. E va detto che lo stile dell’immagine del poster non c’entra niente con quello usato nel film. Ma questa è un usanza della Warner riscontrabile anche nei film animati DC. Comunque alcune scelte stilistiche le ho trovate originali.

Il film è stato generalmente accolto in modo positivo, probabilmente proprio perché rispetta lo spirito del videogioco come mai visto finora. Forse solo Mortal Kombat Legacy ci si era avvicinato così.

Ma personalmente non ho apprezzato fino in fondo alcune scelte narrative, anzi facciamo molte, nonostante il coinvolgimento dello stesso Ed Boon.

Scorpion’s Revenge non solo si concentra sulle origini di Scorpion ma riscrive anche la storia del primo videogioco. Per l’ennesima volta.

C’è una sorta di fraintendimento tra intenti e realizzazione. La vendetta del protagonista si consuma parallelamente al torneo, giustamente aggiungerei dal momento che il confronto tra Scorpion e Sub-Zero si svolge proprio in quel torneo. Ma per una buona parte della trama lo spirito vendicativo viene messo da parte per concentrarsi sui campioni del Regno della Terra, Liu Kang, Sonya Blade e Johnny Cage, impegnati nei loro incontri al Mortal Kombat. E per essere trattati piuttosto male aggiungerei.

Mortal Kombat Scorpion's Revenge

Johnny Cage per quasi tutto il tempo non sa nemmeno dove si trovi pensando di essere sul set di un film (tra l’altro viene omaggiato il film del 1995 con la scena della scalinata). Certo è il Johnny superficiale degli inizi ma al primo incontro non tira un calcio nemmeno per sbaglio. Mentre a Liu Kang, trattato un po’ meglio all’inizio, non danno nemmeno una soddisfazione nel finale.

Si passa quasi dal dimenticare il protagonista principale di questo film per poi dargli fin troppa importanza. E in tutto questo Scorpion’s Revenge nei suoi ottanta minuti di durata non aggiunge niente alla mitologia di Mortal Kombat, se non quella di aver riscritto la storia facendo di Scorpion una figura centrale, senza sentirne il bisogno. Riscrivere per aggiungere o portare nuovi punti di vista alla storia avrebbe sicuramente giovato di più.

MORTAL KOMBAT LEGENDS: SCORPION’S REVENGE

  • Titolo originale: Mortal Kombat Legends: Scorpion’s Revenge
  • Regia: Ethan Spaulding
  • Sceneggiatura: Jeremy Adams
  • Genere: animazione, arti marziali
  • Anno: 2020

Classificazione: 2.5 su 5.

FINISH HIM! FLAWLESS VICTORY!

WHO’S NEXT? >> MORTAL KOMBAT (FILM 2021) (coming soon)

Ultimi articoli del ciclo Mortal Kombat:

Leggi anche:

Vi è piaciuto l’articolo? Mi piacciate, commentate e condividete! Ogni forma di supporto è la benvenuta. E se non volete perdervi nessun aggiornamento potete seguire Need For Geek su FacebookInstagram e Telegram

Pubblicato da Alberto P.

Classe 1985. Gli piace definirsi un amante del buon fumetto. Revanscista. Seguace della Chiesa Catodica. Appassionato di narrativa di genere in ogni sua forma, che sia scritta o per immagini, in movimento o meno, in particolare di fantascienza.

6 Risposte a “Mortal Kombat Legends: Scorpion’s Revenge – Recensione”

  1. È quello di cui ha parlato anche Riky, tempo fa?
    Peccato per la deriva da retcon, tendo ad apprezzare di più la coerenza.

    Comunque, tutto interessante ma… la serie dal vivo delle Winx a quando? XD

        1. E penso di aver scritto pure un buon articolo 😆 ero molto più ispirato che su questo che è decisamente più nelle mie corde. In ogni caso son più volgari le Winx che in sto film 😝

  2. Non disprezzabile, ma preferirei una serie che segua l’andamento originale… anche se, come dico sempre, con MK si sono dati la zappa sui piedi da soli, in questo senso: le fatality, essenziali, fanno sì che i personaggi poi debbano morire…

    Moz-

    1. Ma i personaggi come nelle serie di supereroi tendono a tornare, esattamente come nella storia canonica del gioco. Scorpion e Noob Saibot sono la prova che la morte non è mai definitiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.