Ultimate Spider-Man 1 di Hickman e Checchetto – Recensione

Ultimate Spider-Man 1 di Hickman e Checchetto – Recensione

Lo scorso 10 Gennaio ha fatto il suo debutto il nuovo Ultimate Spider-Man di Jonathan Hickman e Marco Checchetto. Un nuovo Ultimate Spider-Man per un nuovo Ultimate Universe.

Quello di Hickman e soci non è semplicemente un rilancio del classico universo Ultimate ma un vero e proprio nuovo universo narrativo. Anzi parte proprio da presupposti opposti rispetto all’universo Ultimate “classico”. Se l’Ultimate Spider-Man di Brian Bendis nelle intenzioni voleva avvicinarsi ai giovani lettori dell’epoca (ri)proponendo uno Spidey teenager, quello di Hickman strizza l’occhio ai lettori più “maturi”, forse proprio gli stessi che hanno iniziato a leggere nei primi anni 2000, proponendo un Peter adulto e realizzato. Insomma, quello che per mille motivi non vedremo mai nella serie classica (quella vera), per quanto già quello dovrebbe essere la versione adulta e matura.

Hickman sembra domandarsi: come sarebbe la vita di Peter Parker senza superproblemi?

Questo Peter sembra avere tutto: è felicemente sposato, ha due bambini, sembrerebbe avere anche una carriera o almeno un lavoro stabile. Ma soprattutto zio Ben è vivo e vegeto, lavora al Daily Bugle in un ruolo di spicco ed è grande amico di J. Jonah Jameson, anche lui molto vicino a Peter.

Zia May invece è caduta vittima di un terribile attacco terroristico avvenuto alcuni anni prima a New York e che ha causato una strage. Certo è una cosa molto triste ma non è un problema. Cosa potrebbe mai andare storto?

Apparentemente niente, se non fosse che qualcosa in Peter non va, una sorta di insoddisfazione, come se mancasse qualcosa. Qualcosa che gli è stato strappato via. Insomma, come sarebbe la vita di Peter Parker senza super problemi? Sembrerebbe che il problema risieda in lui stesso.

Per certi versi l’incipit ricorda vagamente l’episodio di Batman TAS intitolato Il sogno. In questo episodio Batman dopo uno scontro con dei criminali si risveglia alla villa scoprendo che i suoi genitori non sono mai morti, cosa che porta Bruce ad avere una forte crisi di identità, dovuta secondo Leslie Thompkins da una vita insoddisfacente.

Non voglio fare il guastafeste ma non comprendo ne condivido il sensazionalismo che sta girando intorno a questo titolo nemmeno ci trovassimo di fronte al nuovo Watchmen. Quello che so è che ci troviamo di fronte sicuramente ad un buon debutto. Questo nuovo contesto apre a nuove prospettive ed interpretazioni che sicuramente incuriosiscono il lettore, staremo a vedere come Hickman svilupperà il tutto e se saprà rispettare le aspettative.

Disegni di Marco Checchetto di altissimo livello, tra i migliori disegnatori in circolazione nonchè tra i miei preferiti del momento.

Ultimate Spider-Man Hickman

ULTIMATE SPIDER-MAN 1 (2024)

  • Edizione italiana: inedito (per ora)
  • Edizione originale: Marvel Comics, Gennaio 2024
  • Storia: Jonathan Hickman
  • Disegni: Marco Checchetto
  • Formato: digitale e spillato
  • Prezzo: Euro 6,99 (digitale)

Classificazione: 3.5 su 5.

Leggi anche:

Vi è piaciuto l’articolo? Mi piacciate, commentate e condividete! Ogni forma di supporto è la benvenuta. E se non volete perdervi nessun aggiornamento potete seguire Need For Geek su FacebookInstagram e Telegram

Pubblicato da Alberto P.

Classe 1985. Gli piace definirsi un amante del buon fumetto. Revanscista. Seguace della Chiesa Catodica. Appassionato di narrativa di genere in ogni sua forma, che sia scritta o per immagini, in movimento o meno, in particolare di fantascienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.