Spider-Man: il Regno – Recensione

Spider-Man: il Regno – Recensione

In occasione dell’uscita in edizione Grandi Tesori Marvel parliamo un po’ di Spider-Man: il regno.

Spider-Man: il regno (Spider-Man: Reign) è una miniserie scritta e disegnata da Kaare Andrews pubblicata da Marvel Comics nel 2007 . Già pubblicata in passato in edizione 100% Marvel, in edizione economica Marvel Best Seller e anche come parte della collana da edicola Super Eroi: le grandi saghe, Panini Comics lo ripropone nella collana Grandi Tesori Marvel in un edizione dal grande formato per risaltarne i disegni.

La trama

La storia de il Regno si svolge trent’anni nel futuro. New York è un posto sicuro, indipendente e autoritario. Niente più supereroi, niente più criminali, niente Spider-Man. Al posto delle maschere a portare ordine c’è la polizia del governo, il Regno.
In questa New York distopica il prezzo per la sicurezza è la propria libertà personale.

In questo scenario troviamo un Peter Parker anziano, solitario e divorato dai sensi di colpa. Proprio quando il sindaco Waters annuncia di voler azionare un sistema che isolerà completamente la città, un anziano J. Jonah Jameson si presenta alla porta di Peter chiedendo il ritorno di Spider-Man per salvare la città.

Di fronte all’ennesimo episodio di violenza da parte delle autorità Peter torna ad indossare la maschera, innescando una serie di eventi che cambierà per sempre lo status quo della città.

Il Ritorno del Ragno Oscuro?

Se nel leggere questa sinossi avete pensato a Il Ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller, beh, ci avete preso. Ogni pagina, ogni vignetta, trasuda la propria ispirazione Milleriana. Il Regno è indubbiamente debitore dell’opera di Frank Miller, motivo che l’ha portata anche ad essere oggetto di critica da parte di una fetta di lettori per via di una trama poco originale e fin troppo simile.

Il Regno è volutamente ispirato al Cavaliere Oscuro di Miller. Kaare Andrews non ne fa segreto, ce lo dice esplicitamente con l’uso ossessivo dei media nel narrarci gli eventi della storia. Eattamente come Miller nel Ritorno del Cavaliere Oscuro, e come farà poi anche McFarlane sulle pagine del suo Spawn. Inoltre il giornalista si chiama Miller Janson, dall’unione dei nomi di Frank Miller e di Klaus Janson, co-autore di Dark Knight Returns. Più chiaro di così.

Ma è solo l’incipit che hanno in comune le due opere. I più attenti avranno notato subito come in realtà le due storie abbiano risvolti e significati completamente diversi.

Da un grande potere…

Kaare Andrews prende il senso di responsabilità di Peter Parker, ciò che lo ha sempre motivato, e lo amplifica per ritorcerlo contro di lui. Tutto il bene che ha fatto non è bastato a sollevarlo dal senso di colpa che ora lo divora. Il Regno è una storia in cui il nostro eroe deve venire a patti con se stesso, essenzialmente il vero nemico di tutta la vicenda è Peter stesso, al di là di una grande carrellata dei peggiori nemici di Spider-Man.

Indubbiamente Il Regno non ha una trama particolarmente originale, è l’ennesima storia ambientata in un futuro peggiore del presente, un futuro in cui gli eroi hanno fallito. Effettivamente dagli anni ’80 ad oggi se ne sono lette a bizzeffe. Ma chi non deve sentirsi sopraffatto dal senso di responsabilità è proprio Andrews, perché il Regno non ha la pretesa di cambiare per sempre il mondo del fumetto, di influenzarlo negli anni a venire e sicuramente non lo farà mai. Spider-Man: il Regno vuole essere un buon fumetto, ed è esattamente ciò che è, è scritto veramente bene, ha dei passaggi molto commoventi e altri totalmente inaspettati.

Essenzialmente funziona, ed è quanto basta. Se ne avete possibilità non fatevelo scappare.

Spider-Man Regno

SPIDER-MAN: IL REGNO

  • Edizione italiana: Grandi Tesori Marvel, Panini Comics, 2023
  • Edizione originale: Spider-Man: Reign #1-4, Marvel Comics, 2007
  • Testi e disegni: Kaare Andrews
  • Formato: cartonato con sovracoperta
  • Prezzo: Euro 30

Classificazione: 4.5 su 5.

Altri articoli su Spider-Man

Per non perdervi nessun aggiornamento vi ricordo che potete seguirci su FacebookInstagram e Telegram

Pubblicato da Alberto P.

Classe 1985. Gli piace definirsi un amante del buon fumetto. Revanscista. Seguace della Chiesa Catodica. Appassionato di narrativa di genere in ogni sua forma, che sia scritta o per immagini, in movimento o meno, in particolare di fantascienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.